Kenia

Per anni considerata una delle nazioni più stabili dell’Africa. Dopo l’indipendenza nel 1963 dal Regno Unito, il Kenya ha puntato sul turismo e sulla possibile presenza di giacimenti petroliferi. Dopo le violenze che hanno insanguinato il paese dalla fine del 2007, le ultime notizie che giungono da Nairobi fanno sperare in un superamento degli antichi odi tribali e in una nuova fase di riconciliazione nazionale.

[Nell'immagine: I Masai sono tra le tribù più conosciute del Kenia]

Nome Completo:Repubblica del Kenia
Popolazione:34,3 milioni (ONU, 2005)
Capitale:Nairobi (4.500.000 ab.)
Superficie:582.646 km2
Lingua ufficiale:Swahili, Inglese
Religione:Cristiana
Governo:Repubblica
Presidente:Mwai Kibaki
Indipendenza:dall’Inghilterra, 12 dicembre 1963
Ingresso all'ONU:13 dicembre, 1963
Aspettative di vita:48 anni (uomini), 46 anni (donne) (fonte ONU)
Moneta:Scellino keniota
Maggiori esportazioni:te, caffè, prodotti ortofrutticoli e prodotti petroliferi
Reddito pro capite:US $ 540 (Banca Mondiale, 2006)
Estensione domini:.ke
Fuso orario:UTC + 3
Prefisso internazionale:+254
Condividi questa pagina