Timeline

800 a.C., circa - Sull'altopiano Jos si statbilirono le tribù Nok

XI secolo, circa – Sorsero i regni Hausa e le dinastie Borno al nord e i regni Oyo e Benin al sud.

1472 – I portoghesi raggiunsero le coste nigeriane

XVI – XVIII – Tratta degli schiavi verso le Americhe

1809 – Sorse lo stato islamico con capitale Sokoto

1930 – 1886 – Guerra civile devastò il sud del paese

1850 – I britannici si stabilirono nei dintorni di Lagos

1861 – 1914 – La Nigeria divenne protettorato britannico

1922 – Parte del Camerun, ex colonia tedesca, fu annesso alla Nigeria per mandato della Lega delle Nazioni

1960 – Indipendenza, con primo ministro Sir Abubakar Tafawa Balewa

1962-63 - Prime tensioni etniche

1966 Gennaio – Balewa ucciso in un colpo militare guidato dal Generale Maggiore Johnson Aguiyi-Ironsi

1966 – Luglio – Irosi ucciso in un ennesimo colpo di stato ad opera del Colonnello Yakubu Gowon

1967-1970 – Guerra civile per la separazione del Biafra

1975 – Gowon spodestato da Murtala Ramat Mohammed

1976 – Mohammed assassinato in un fallito colpo di stato. Rimpiazzato dal luogotenente Olusegun Obasanjo

1979 - Alhaji Shehu Shagari viene eletto nelle prime elezioni del paese

1983 agosto, settembre – Shagari viene rieletto nonostante le accuse di brogli

1983 dicembre – Il General-Maggiore Muhammad Buhari prende il potere attraverso un colpo di stato, questa volta senza spargimento di sangue

1985 - Ibrahim Babangida prende il potere attraverso un ennesimo colpo di stato senza spargimento di sangue

1993 giugno – I militari annullano l'elezione di Moshood Aiola

1993 agosto – Il potere esecutivo viene affidato ad un Governo Nazionale ad Interim

1993 novembre – Ascesa del Generale di Sani Abacha

1995 -1998 – Espulsione della Nigeria dal Commowealth per la condanna a morte nei confronti dello scrittore Ken Saro-Wiwa. Sanzioni della Comunità Europea

1998 – Muore Abacha, succede il General-Maggiore Abdulsalami Abubakar

1999 – Elezioni parlamentari e presidenziali. Viene eletto Olusegun Obasanjo

2000 – Introduzione della Sharia, il diritto islamico. Opposizione delle regioni meridionali a prevalenza cattolica

2001 – Guerra tribale nella regione centro orientale di Benue. Migliaia di rifugiati.

2001 ottobre – Le truppe governative vengono inviate in Benue per sedare la rivolta. Vengono uccisi 200 civili.

2001 ottobre - Olusegun Obasanjo assieme al presidente sudafricano Mbeki e il presidente algerino Bouteflika firma la nascita del Nepad (New Partnership for African Development,).

2002 febbraio – Circa 100 persone uccise a Lagos negli scontri tra le etnie Hausa (a prevalenza musulmana) e gli Yoruba (a prevalenza cristiana).

2002 novembre – Muoiono più di 200 persone nelle violenze causate dal rifiuto da parte islamica di ospitare la cerimonia di Miss Mondo in Kaduna, programmata per dicembre. L'evento sarà spostato in Gran Bretagna

2003, 12 aprile – Le prime elezioni legislative dalla fine dei regimi militari. Obasanjo viene riconfermato presidente.

2003 luglio – Nove giorni di sciopero generale per indurre il governo ad abbassare il prezzo del petrolio

2003 agosto – Viene lanciato il primo satellite nigeriano NigeriaSat-1

2004 maggio – viene dichiarato lo stato d'emergenza dopo che a Yelwa le milizie cristiane uccidono più di 200 musulmani. Scontri in tutta la regione meridionale.

2005 luglio – Il Club di Parigi (a cui aderiscono i paesi più ricchi) decide di cancellare più di due terzi del debito nigeriano, pari a circa 30 milioni di euro.

A partire da gennaio 2006 – Le milizie del Mend (Movimento per l'emancipazione del Delta del Niger) attaccano gli impianti petroliferi e cominciano a rapire lavoratori stranieri.

2006 febbraio – Uccisi più di 100 persone in scontri tra diversi musulmani e cristiani

2006 aprile – grazie soprattutto alla presenza di petrolio, la Nigeria diventa il primo paese africano ad onorare il proprio debito estero.

2006 dicembre – Il Mend (Movimento per l'emancipazione del Delta del Niger) rapisce tre tecnici italiani e un libanese che lavoravano nella regione del Delta del Nilo. Uno dei tre italiani sarà liberato il 18 gennaio del 2007 per motivi di salute

2007 febbraio – Il Mend rapiti altri due tecnici italiani, liberati il 15 marzo 2007

2007 aprile - Umaru Yar'Adua è proclamato vincitore delle elezioni presidenziali


Condividi questa pagina