Timeline

800 – Carlo Magno, sovrano franco in Francia e Germania, fu nominato imperatore romano dal papa Leone III.

843 – Caduta dell'impero; la Germania diviene uno stato indipendente.

962 – Il sovrano tedesco Ottone I viene incoronato imperatore romano, dopo aver ottenuto il controllo del Nord Italia, dando vita al Sacro Romano Impero.

1250 – Morte dell'imperatore Frederick II Hohenstaufen, e fine dell'autorità centrale dell'impero. Nascita di principati indipendenti.

1438 – Incoronazione di Albero I e nascita della dinastia degli Asburgo d'Austria.

1517 – Pubblicazione delle 99 tesi di Matin Luther contro la Chiesa di Roma. Nascita dalla Chiesa Protestante.

1618-1648 – La guerra dei trent'anni. Gli Asburgo non riescono a restaurare il dominio cattolico e l'autorità imperiale sui principi protestanti. Il trattato di Wasfalia del 1648 conferma l'indipendenza dei principati tedeschi.

1806 – Le truppe di Napoleone imposero il dominio francese in molte zone dell'attuale Germania. Lo stesso anno Francesco II (della casa d'Asburgo) pose fine al Sacro Romano Impero e adottò il titolo di imperatore d'Austria.

1813 – Sconfitta di Napoleone a Leipzig.

1871 – Otto von Bismarck riesce ad ottenere l'unificazione della Germania sotto la guida della Prussia. Viene creato il parlamento nazionale (Reichstag), ma il potere è ancora nelle mani dell'imperatore (Kaiser).

1888 – Regno di Guglielmo II. Espansione coloniale tedesca e crescita economica.

1890 – Crescita del movimento operaio che culmina con la nascita del Partito Social Democratico Tedesco (SPD).

1914-1918 – Prima guerra mondiale. La Germania, sconfitta firma l'armistizio nel 1918.

1919 – Trattato di Versailles: la Germania perde le sue colonie e i territori confinanti ed è costretta a pagare grosse somme in denaro alle nazioni vincenti.
Nascita della Repubblica di Weimar, basata su una nuova costituzione. Anni contraddistinti da un alto tasso di disoccupazione e la crescita dell'inflazione.

1923 - Adolf Hitler, capo del Partito Nazional Socialista dei Lavoratori Tedeschi (Nazi), guida un fallito colpo di stato a Monaco. La Francia e il Belgio occupano la Germania per i mancati risarcimenti. L'iperinflazione porta il paese al collasso.

1924 – In prigione Hitler scrive Mein Kampf, La mia battaglia.

1933 – Hitler viene eletto cancelliere. Dalla Repubblica di Weimar, multipartitica, alla dittatura. Persecuzione degli ebrei tedeschi.

1934 – Hitler proclama la nascita del Terzo Reich.

1935 – La Germania comincia a riarmarsi. Le leggi di Norimberga privano agli ebrei tedeschi il diritto di cittadinanza.

1936 – Le olimpiadi di Berlino

1938 – Annessione dell'Austria e del Sudetenland.

1935-1945 – Con l'invasione della Polonia comincia la Seconda Guerra Mondiale. Il terzo Reich uccide milioni di persone: ebrei, zingari, slavi, portatori di handicap e omosessuali.

1945 – La Germania viene sconfitta. 8 maggio, viene firmato l'armistizio. Gli Alleati dividono la Germania in due zone di occupazione.

1945-19146 – Processo di Norimberga

1949 – La Germania viene divisa. La zona controllata da statunitensi, francesi e inglesi diviene la Repubblica Federale di Germania; la zona sovietica dell'est diviene la Repubblica Democratica Tedesca. Konrad Adenauer, leader del partito Cristiano Democratico (CDU) diventa il primo cancelliere della Germania Ovest; La Germania Est è guidata da Walter Ulbricht.

Anni '50 – Crescita economica della Germania Ovest.

1955 – La Germania Ovest entra a far parte della Nato; la Germania Est entra a far parte del patto di Varsavia

1975 – La Germania Ovest entra nella Comunità Economica Eurpea

1961 – Costruzione del Muro di Berlino

1968 - La costituzione della Germania Est dichiara impossibile la riunificazione finché l'Ovest non sarà socialista.

1969 – Willy Brandt del partito Social Democratico (SPD) diviene nominato cancelliere e cerca di allacciare dei rapporti con l'Unione Sovietica e la Germania Est.

1971 – Nella Germania Est a Ulbricht succede Erich Honecker.

1973 – Sia l'Ovest che l'Est entrano a far parte dell'ONU.

1974 – Il nuovo cancelliere è Schmidt che continua la politica verso est (“Ostpolitik”) del suo predecessore, Brandt.

1982 – Il cristiano-democratico Helmut Kohl viene nominato cancelliere.

1987 – Erich Honecker è il primo leader della Germania est in visita officiale ad Ovest

1989 – Il muro di Berlino viene abbattuto.

1990 – Kohl guida la Germania riunificata

1991 – Il Parlamento nomina Berlino capitale.

1992 – Erich Honecker viene riportato da Mosca a Berlino per sostenere un processo politico.

1993 – La Germania sigla il Trattato di Maastricht.

1994 – Honecker muore. Kohl viene rieletto cancelliere. Le truppe Alleate e Sovietiche finalmente lasciano Berlino.

1998 – Vittoria del SPD, Gerhard Schroeder guida la Coalizione Rosso-Verde. Il governo annuncia risarcimento per coloro i quali lavorarono come schiavi durante il Nazismo. Kohl viene sostituito come leader della CDU da Wolfgang Schaeuble.

2000, gennaio/aprile – Scandalo all'interno della CDU, per finanziamenti illeciti. Dimissione di Kohl e ammette di aver accettato migliaia di dollari come contributi per il partito. Si dimette anche Schaeuble e diviene leader del partito Angela Merkel.

2001, marzo – La Corte Europea per i Diritti Umani condanna tre leader del partito comunista dell'ex Germania est per aver ordinato di sparare sulle persone che tentavano di fuggire a Berlino ovest.

2001, giugno – Il Governo e rappresentanti dell'industria siglano un accordo per eliminare gradualmente l'utilizzo di energia nucleare nei prossimi 20 anni.

2001, novembre – Schroeder ottiene il voto di fiducia per l'invio di 4000 militari in Afghanistan. È il maggiore dispiegamento di forze tedesco al di fuori dei confini europei dalla Seconda Guerra Mondiale.

2002, gennaio – L'Euro sostituisco il Marco tedesco.

2002, settembre – Rielezione di Schroeder.

2003, marzo – La Corte Costituzionale decide di non confermare la richiesta del governo di bandire il partito neo-Nazista (Partito Nazional Democratico), con la motivazione che gli informatori del governo inseriti all'interno del partito hanno agito da agenti provocatori per screditarlo.

2004, agosto/settembre – Decine di migliaia di persone si riversano nelle strade, soprattutto nelle regioni dell'est, per protestare contro la riforma del welfare.

2005 – Il parlamento tedesco ratifica la costituzione europea.

2005, ottobre – Viene ricostruita la chiesa di Nostra Signora (Frauenkirche) di Dresda, distrutta 60 anni prima dai bobmbardamenti alleati.

2005, novembre – La leader del CDU Angela Merkel diviene cancelliera di una “grande coalizione” che comprende sia la CDU che la SPD.

2006, agosto – La polizia afferma di aver trovato 2 bombe su dei treni regionali vicino Colonia che, sul finire di luglio, avrebbero dovuto uccidere un gran numero di persone, ma gli attentatori non riuscirono a far deflagrare gli esplosivi.

2006, novembre – Per la prima volta dopo quattro anni il numero dei disoccupati scende sotto i 4 milioni.


Condividi questa pagina