Iraq

Il mondo intero ricorda le immagini della statua di Saddam Hussein buttata giù dai Marines americani nell'aprile del 2003. Ma la "missione completata" di George W. Bush, in poco tempo si rivelò essere solo l'inizio di un incubo. Gli attentati terroristici, la guerra civile fra sunniti e sciiti, il difficile rapporto con l'esercito statunitense e le sevizie nel carcere di Abu Ghraib sono solo alcuni degli eventi che hanno caratterizzato l'Iraq negli ultimi anni. E i numeri sono impressionanti: dal 2003 hanno perso la vita circa un milione di persone…

[Nell'immagine: La moschea e il monumento al milite ignoto a Baghdad]

Nome Completo:Repubblica irachena
Popolazione:29,5 milioni (ONU, 2008)
Capitale:Baghdad (5.772.000 ab. nel 2003)
Superficie:438.317 chilometri quadrati
Lingua ufficiale:Arabo, Curdo
Religione:Islam
IndipendenzaDal Regno Unito nel 1932
Primo MinistroNuri al-Maliki
PresidenteJalal Talabani
Ingresso nell'ONU:21 dicembre 1945
Aspettative di vita:58 anni (uomini), 61 anni (donne) (ONU)
Moneta:Dinar iracheno
Maggiori esportazioni:Petrolio
Reddito pro capite:US $ 3.400 (2005)
Estensione domini:.iq
Prefisso internazionale:+964
Fusi orari:UTC +3

Sciiti e Sunniti

Il mondo islamico si divide in due confessioni principali: Sunnita e Sciita. Il 90% è di confessione Sunnita. Mentre gli Sciiti sono la maggioranza in Iran, Siria e Yemen e in parte in Iraq. La differenza principale tra le due confessioni consiste nel permettere anche ai non discendenti di Maometto (quindi arabi o provenienti da La Mecca) di diventare Guida Spirituale della Comunità islamica (Umma). I Sunniti lo permettono, mentre gli Sciiti professano l’ortodossia.

Condividi questa pagina