Il boom della Sun Belt

Sul finire degli anni '70, il boom demografico iniziato vent'anni prima negli stati del Sud fece sentire il suo effetto anche sulla politica nazionale. Per la prima volta gli stati del sud comunemente definiti Sun Belt (letteralmente, la "cintura del sole") erano più popolosi di quelli del Nord e quindi, in base al sistema elettorale americano, avevano un maggiore peso politico. A cominciare dal secondo dopoguerra, la popolazione americana si era spostata in massa verso il Sud, dove i sobborghi delle grandi città sembravano garantire una maggiore qualità della vita. Motivo di questo spostamento fu la conversione dell'economia iniziata proprio negli anni '50. In quegli anni si passò dall'industria pesante, le cui fabbriche erano concentrate nella cosiddetta Rust Belt (cioè le regioni del nordest), all'esplosione del settore dei servizi. Il boom demografico della Sun Belt rappresentò uno spostamento elettorale in favore del partito Repubblicano. A partire dalla guerra di secessione, il Sud è stato tradizionalmente conservatore, mentre il Nord era da sempre stato liberale, rappresentando la base del partito Democratico.

Condividi questa pagina