Il primo quotidiano cinese

a rivoluzione industriale e la presenza degli europei nei porti cinesi favorì un altro importantissimo cambiamento nella vita sociale cinese. In quegli anni, infatti, nacque il giornalismo cinese moderno, grazie ad un giovane cinese, Wang Tao, cresciuto nelle missioni cristiane. Wang aveva imparato l'"arte" del giornalismo dagli europei e, dopo aver diretto l'Hong Kong News in lingua inglese, nel 1873 fondò, sempre a Hong Kong, il Xunhuan Ribao, un giornale del tutto rivoluzionario se paragonato alle cronache e agli annali fatti redigere fino ad allora dal governo di Pechino. Wang fu il primo infatti ad imporsi come editorialista e analista. Gettando le basi per un giornalismo impegnato e "moderno".

Condividi questa pagina