IKEA

Una delle aziende svedesi più conosciute al mondo è senza dubbio IKEA, catena di vendita di mobili, fondata nel 1943 fa da Ingvar Kamprad. In 60 anni, la piccola azienda di Småland, nel sud del paese, è cresciuta tanto da fatturare più di venti miliardi di euro l'anno. Attualmente, il gruppo IKEA ha 127.800 collaboratori ed è presente in 39 nazioni.

La parola IKEA è un acronimo: IK dal nome del suo fondatore; E da Elmtaryd, l'antico nome di Älmtaryd, il villaggio dove nacque Kamprad; A invece viene da Agunnaryd, l'agglomerato urbano dove visse. Kamprad vive in Svizzera dal 1976 e come ha dichiarato in un'intervista guida una macchina vecchia di 15 anni, vola in classe economica e incoraggia i dipendenti IKEA a scrivere sempre su tutti e due i lati di un foglio.

Nel 1994, però venne alla luce un'ombra lunga del passato di Kampard: dalle lettere personali dell'attivista fascista Per Engdahl emerse che Kamprad entrò a fare parte degli Engdahl's pro-Nazi un gruppo nazista nel 1942 e che contribuì al reclutamento di nuovi membri fino al tardo settembre del 1945, quando uscì dal gruppo rimanendo amico di Engdahl fino all'inizio degli anni '50.

Kamprad dichiarò di provare rammarico per quella parte della sua vita, definendola il "più grande errore che abbia mai fatto". In compenso IKEA è uno dei pochi rivenditori ad avere un deposito all'interno dello stato di Israele, come gesto simbolico per rimediare al passato di Kampard.

[Nell'immagine: Il "papà di IKEA, Ingvar Kamprad]

L'economia svedese

La Svezia è una delle prime 20 potenze economiche mondiali, in cui il punto di forza è un sistema misto di capitalismo e di stato sociale. L'industria privata, infatti, è responsabile di circa il 90% della produzione industriale, nella quale il settore dell'ingegneria rappresenta il 50% della produzione e delle esportazioni. L'agricoltura rappresenta solo il 2% del prodotto interno lordo e il 2% dei posti di lavoro.

Condividi questa pagina